02 Novembre, 2017

Revoca dell’amministratore del condominio ad opera di un condomino se ha commesso gravi negligenze

Come in molti sanno, l’assemblea può decidere di revocare l’amministratore del condominio raggiungendo il quorum stabilito per la nomina, ma non è l’unica possibilità.

Un metodo più veloce per revocare l’amministratore del condominio

Un singolo condomino può richiedere al giudice la revoca dell’amministratore nel caso di gravi negligenze da parte dello stesso. È chiaro che rivolgendosi direttamente al giudice vi sarà la possibilità di avere un giudizio imparziale e di abbreviare i tempi per la revoca dell’amministratore che, al contrario necessiterà della convocazione dell’assemblea e di una deliberazione che rispetti il quorum.

Quali sono i casi in cui, con l’aiuto di un avvocato, ci si può rivolgere al giudice per revocare l’amministratore del condominio:

  • mancata convocazione dell’assemblea per nominare un nuovo amministratore;
  • inottemperanza a decisioni assembleari o giudiziarie;
  • errori nei registri anagrafici del condominio;
  • errori nella gestione patrimoniale;
  • mancata azione nei confronti dei condomini morosi;
  • mancata comunicazione al condomino che ne faccia richiesta delle azioni
  • giudiziali in corsi e dello stato dei pagamenti;
  • inottemperanza alla costituzione del conto corrente del condominio.

Per contattarci clicca qui