31 Ottobre, 2017

Incidente stradale: il danneggiato deve fare la denuncia all’assicurazione inviando il Cai o Cid

Quando si verifica un incidente ci si trova sempre in condizioni psicologiche particolari, ecco perché il danneggiato deve essere informato sul da farsi e, nel caso, contattare immediatamente un avvocato esperto del settore per avere consigli su come presentare la denuncia all’assicurazione, inviando il Cai o Cid

 

La denuncia all’assicurazione dopo l’incidente stradale

 

I termini per presentare la denuncia all’assicurazione sono molto stretti e richiedono pertanto velocità nella trasmissione della documentazione. L’assicurato ha infatti solo tre giorni dall’incidente per inviare il cosiddetto Cai (Cid) o altro modulo predisposto, all’assicurazione per non rischiare di compromettere il diritto al risarcimento. Questa è la prima fase e anche la più importante per mettere in moto tutta la procedura per ottenere un giusto ristoro.

 

Cos’è il Cai (Cid)

 

Il modulo blu per la constatazione amichevole degli incidenti è un documento da compilare con:

– luogo dell’incidente;

– data e ora dell’incidente;

– generalità degli assicurati, del guidatore e del proprietario;

– nome delle assicurazioni;

– descrizione dell’incidente

– descrizione dei danni;

– nome degli eventuali feriti;

– nome di eventuali testimoni;

– firma.

 

Il valore del Cai: fase stragiudiziale

 

Il modulo Cai non costringe l’assicurazione a risarcire il danneggiato, ma invece vincola chi ha firmato a doversi attenere a quanto contenuto nel modulo, compresa la dinamica dei fatti, con il risultato che l’assicurazione non sarà costretta a prendere come vero quello che risulta dal Cai, mentre chi ha firmato non potrà ritrattare e mettere in discussione cosa ha firmato.

In questi casi è sempre bene fare molta ttenzione, anche per non incorrere in errori che possono compromettere i propri diritti. La fase cosiddetta stragiudiziale per i sinistri stradali è la prima e la più importante anche perché la documentazione che si utilizza per raggiungere una transazione diverrà, poi, quella alla base del giudizio in caso di mancato accordo.

 

Il valore del Cai: in causa

 

Nel caso in cui non si trovi un accordo soddisfacente con l’assicurazione, sarà necessario tutelare i propri interessi davanti al Giudice che dovrà decidere sulle colpe dei guidatori e sul risarcimento del danno. In tale ipotesi quanto scritto nel Cai non limita il Giudice, che rimane libero di valutare i fatti alla luce delle proprie conoscenze e degli altri documenti prodotti in causa, ovviamente potrà aiutarsi per quanto riguarda la ricostruzione dell’incidente ma per quanto riguarda la decisione sulle colpe non avrà alcun vincolo. Il danneggiato, proprio per questo motivo deve affidarsi, sin da subito, ad uno studio legale che abbia considerato, sin dalla fase stragiudiziale, l’eventuale causa e la documentazione necessaria, da recuperare avvalendosi di tecnici specializzati, per mettere il Giudice nelle condizioni migliori per poter valutare i fatti e decidere per il meglio.


Per contattarci clicca qui