06 Agosto, 2017

Ritardo aereo di 3 ore: come richiedere indennizzo, rimborso e risarcimento danni – avvocato

Nel caso di ritardo aereo di almeno 3 ore l’art. 7 del Regolamento (CE) n. 261/2004 prevede la possibilità di richiedere il rimborso o risarcimento che viene quantificato in base alla distanza percorsa in viaggio.

L’importo del risarcimento è già stabilito, indipendentemente dal prezzo del biglietto:

– tratta di viaggio fino a 1.500 chilometri (viaggio intracomunitario o internazionale) si ha diritto al rimborso di 250 euro;

– tratta di viaggio superiore a 1.500 chilometri (viaggio intracomunitario) si ha diritto al rimborso di 400 euro;

– tratta di viaggio tra 1.500 e 3.500 chilometri (viaggio internazionale) si ha diritto al rimborso di 400 euro;

In caso di tratta superiore a 3.500 chilometri per un viaggio internazionale, l’ipotesi di rimborso è contemplata solo in caso di ritardo aereo non inferiore alle 4 ore.

Il passeggero può sempre richiedere le eventuali spese sostenute, se documentate, durante il ritardo anche in relazione alla mancata assistenza.


Per contattarci clicca qui